I 5 posti migliori che il viaggio può portarti

La scorsa settimana, ho scritto della mia prima ambizione, di andare in ogni posto del mondo chiamato Victoria, (passare il) elenchi di secchi e come per me, cliché così com'è, viaggiare è davvero il viaggio.

Riportando il viaggio alle sue radici, è un pellegrinaggio, un viaggio alla scoperta di credenze personali e dalla sua travagliata etimologia, spesso non facile. E puoi andare in posti meravigliosi che porterai con te per sempre di più:

1 Il presente

Molte volte, siamo come robot, viviamo automaticamente schemi quotidiani abituali senza arretrare e prendere davvero tutto. Quando vai via, puoi lasciarti tutto alle spalle ed è più facile essere consapevole di ciò che sta succedendo giusto qui, proprio ora, nella nostra esperienza attuale. Il viaggio è un grande momento per prendere coscienza delle tue azioni e pensieri, e di ciò che i tuoi sensi portano, per praticare la consapevolezza. Essere dentro e godersi il momento.

Consenti al cambiamento da casa di essere un assalto ai sensi. Prendi in considerazione tutto ciò che puoi, allontanati dall'obiettivo di una vita sui social media. Ascolta i suoni di una foresta o di una città affollata, nota l'odore dopo la pioggia (specialmente sorprendente nella boscaglia!). Trascorri del tempo libero extra per rallentare mentre mangi, prova cibi diversi e assapora davvero la loro provenienza.

Goditi lunghi viaggi su strada. Guarda fuori dalle finestre lo scenario. Assapora il tempo in cui la tua mente può spostarsi nel passato o nel futuro, riflettere consapevolmente sulla realtà, non perdere il pensiero o fantasticare su ciò che potrebbe essere o essere stato. È spesso quando sono più creativo, rilassato in quel momento, senza distrazioni.

A volte viaggiare non ci offre scelta! Ritardi dei voli, "ora" locale, autobus cancellati, prenotazioni eccessive, malattia, borseggiatori ... ci sono tutti i tipi di problemi che inviano piani sbagliati. Hai bisogno dei tuoi piedi per terra quando sono severamente testati per capire cosa sta succedendo e per affrontarlo, in quel momento.

E sebbene tu possa essere stanco, ritardato, stressato o sentirsi male, il personale del check-in in volo o i servizi locali, pur conservando un sorriso e un servizio professionali, non si lasceranno andare per un viaggio nell'ego o andare tra le nuvole . Quando ero direttore di una stazione sciistica per un tour operator, mi sono allontanato più volte dall'aiutare i clienti offensivi fino a quando non potevano parlarmi come un essere umano civilizzato.

E, quando si lavora su quel lato opposto per quelle organizzazioni, i clienti non dovrebbero tollerare interazioni meno di quelle attuali. Il tuo compito è fornire un servizio di qualità e lo devi alla tua integrità personale. Sapevo che era tempo di abbandonare quel lavoro di direttore di stazione sciistica quando, dopo anni di lamentele, la loro realtà non aveva più importanza per me e il sorriso si fece forzato.

Sii presente e affronta la realtà, connettiti ad un livello con quelli intorno e viaggiare diventa molto più facile.

2 Uguaglianza

Il viaggio è un ottimo livellatore. Soggiorna in qualsiasi ostello, hotel, prendi un autobus, un treno o un tour e sei lo stesso di ogni altra persona che fa lo stesso.

Non importa la tua età, nazionalità, sesso, lavoro, stipendio, vestiti, risultati, sfide, attitudine. Li abbiamo tutti. Vorremmo tutti andare da A a B. Vorremmo tutti rimanere in quel posto. Siamo tutti qui per vedere quella cosa. Tu ed io non siamo più o meno importanti l'uno dell'altro. Parla con persone di livello.

Sì, ci sono quelle persone che pagano per la prima classe o un upgrade in camera o una pensione extra, ma in realtà non sono così diverse. Consumi non lontano dalle stesse risorse e servizio. Sei uguale a persone.

Negli ultimi 10 anni, dopo aver lavorato per loro a tempo pieno, sono stato a volte tour manager volontario per le sfide di beneficenza di diversi viaggi. È uno dei lavori più difficili, non solo facilitare un tour per assicurarsi che tutto vada secondo i piani, ma anche essere il supporto emotivo e la colla che cercano di mantenere tutti motivati ​​e amichevoli in situazioni personali / meteorologiche / di risorse / sconosciute. Ma è anche così brillante e appagante vedere che ha luogo il processo di perequazione.

I gruppi di sfida di beneficenza non sono i clienti medi di viaggi o turismo. Spesso non si conoscono, non hanno viaggiato in autonomia, in paesi meno sviluppati, senza lussi, hanno trascorso molto tempo in attività all'aria aperta, si sono accampati, hanno soggiornato in ostelli o mai fatto senza asciugacapelli. E si ritrovano a farlo insieme, molto probabilmente per l'unica volta nella loro vita. È molto probabile che abbiano subito un grande cambiamento di vita che li ha spinti a concentrarsi, energie ed emozioni a prepararsi per questo viaggio, abbastanza spesso la morte di una persona cara. È un momento fondamentale e un sacco di molte pressioni che si uniscono in un viaggio: le proteste emotive possono essere frequenti e completamente comprensibili. Dobbiamo tutti affrontare il dolore e, a volte, siamo tutti vulnerabili e abbiamo bisogno di supporto. Vogliamo tutti essere accettati come noi stessi, famiglia, comunità, felicità e amore. E non possiamo aspettarci comprensione, considerazione e tolleranza se non mostriamo ad altri nessuno.

Ma a volte, la vulnerabilità indossa un'armatura egotistica, che non dura a lungo. Potresti essere un cliente da crociera a 5 stelle, ma questo non significa nulla quando sei su un treno notturno da Delhi e hai mal di stomaco. Dobbiamo tutti fare pipì attraverso il mezzo del deserto del Sahara aperto senza nessun posto dove nasconderci. In effetti, non c'è niente come le funzioni di base della vita per eguagliarci e anche per formare legami a vita davvero speciali!

3 Disuguaglianza

Sì, qui sta il problema ...

Forse siamo uguali come persone, ma semplicemente alcuni ne hanno più di altri.

In effetti, le "cose" non contano, ma la gerarchia dei bisogni di Maslow lo fa. Va benissimo che mi auto-realizzi durante i miei viaggi, ma altri che incontro stanno cercando disperatamente di ottenere acqua, cibo, alloggio, supporto e servizi di base sufficienti.

Uno dei miei momenti di caduta del penny che mi ha cambiato la vita è stato quando avevo vent'anni in Kenya. Ero andato al matrimonio sulla spiaggia di un amico, alloggiando in un resort all-inclusive con un pacchetto economico che un cliente del lavoro mi aveva offerto come un modo semplice per avvicinarmi. Lavoravo per il Televideo, portando per la prima volta il servizio analogico originale sul web. Era l'originale LastMinute.com, responsabile in questo momento per il 10% di tutte le vendite delle vacanze nel Regno Unito.

Avendo già viaggiato molto personalmente e da solo, sono rimasto scioccato dal modo in cui ci hanno detto (nemmeno avvertito) di non uscire dalle mura all-inclusive. Naturalmente i tour operator del Regno Unito non solo vogliono garantire la salute e la sicurezza, ma hanno l'obbligo legale di farlo, ma il controllo e la paura del mondo esterno predati a questo punto nel tempo erano così divisivi.

Ovviamente sono andato in una baraccopoli (bar) locale! E il mercato. Con gli amici, essere sensibile. Ed è stato così divertente con la gente del posto! E ovviamente sono andato in spiaggia e ho barattato e barattato con i ragazzi per le varie qualità di insalatiere di legno per animali che non mi servivano davvero, ma in realtà forse lo hanno fatto, godendosi tutti il ​​teatro del momento.

E mentre ero in Kenya, sono andato anche nel mio safari. Pur spingendo davvero il mio budget giovane, volevo sperimentare tutto ciò che potevo. Questa è stata la mia prima esperienza molto formativa. Le bellissime distese di Tsavo East & West, tenute sveglie nei campi con i leoni appena oltre il recinto, rifugi in cima agli alberi con animali selvatici che giungono nelle pozze d'acqua, restando svegli tutta la notte a guardare due elefanti avanti e indietro che combattono contro una femmina ... Ero assolutamente sbalordito. E vedere quella maestosa montagna del Kilimangiaro! Vorrei andare lassù un giorno ...

La dicotomia dell'incredibile mondo esterno, il vero Kenya e la sua gente appena oltre quel muro, che spesso aveva così poco, rispetto alla ghiottoneria interna del cosiddetto lusso all-inclusive. Un forte contrasto di disuguaglianza.

E così ho deciso di fare qualche ricerca sui consumatori. Intorno alla piscina, ho chiesto a tutti da dove venivano, da quanto tempo erano lì, erano rimasti fuori? La stragrande maggioranza britannica, ricevendo sussidi di disoccupazione / incapacità sociale, prendendo 10 giorni di distanza tra le date di accesso, abbastanza contenti da dire di non andare fuori dalle mura, perché non avevano assicurazione, né nei safari perché non avevano antimalarici (chiaramente i mozzies non volano in piscina ...), inoltre, hanno ottenuto un affare dell'ultimo minuto attraverso il Televideo per un po 'di sole, avrebbero potuto essere ovunque ... OMG, è stata tutta colpa mia. Lo stavo promuovendo. Lo stavo facilitando.

Durante quella vacanza, ho sperimentato molte delle cose giuste con il turismo (il mondo naturale, personale straordinario, gioia, donazione, condivisione) e molte cose che sono sbagliate (paura, controllo, consumo eccessivo, divisione, disuguaglianza) e io non è mai stato lo stesso. Ho deciso di fare qualcosa al riguardo, se potessi. Fu a quel punto che sapevo di voler lavorare nel turismo sostenibile.

4 Prospettiva

Ho guidato tour e lavorato con persone provenienti da e in paesi e culture di tutto il mondo. Può essere difficile perché il linguaggio a volte è una barriera. Può essere difficile perché le nostre norme possono essere diverse. E può essere difficile perché anche alcune persone ci giocano. E può essere difficile perché a volte viaggiare è proprio così!

Non è accettabile che un autista di autobus di un gruppo scompaia per ore alla sua padrona quando viene pagato per lavorare! Non è OK portarci dove non siamo destinati ad andare invece che dove siamo perché è il posto di tuo cugino! Non è OK per la cena che è stata prenotata e organizzata per non essere disponibile per nessun motivo! Non è corretto ricevere bug dal materasso dell'ostello! Ma davvero, una di queste cose conta davvero? Va tutto bene davvero. Non è vita o morte. La vita è davvero troppo breve, basta affrontarla.

Nel 2006, ho viaggiato attraverso l'Africa meridionale. E un altro momento di affermazione / definizione della vita è arrivato in Botswana. Era così qualcosa e niente, non riesco nemmeno a ricordare esattamente dove o quando, tranne che ero su un camion terrestre con un gruppo di altri occidentali bianchi privilegiati. Divertente, anche se non proprio la mia preferenza di viaggio, dato che siamo diventati voyeur del mondo esterno, istituzionalizzati da un autobus. Parlo con una signora del posto a un pit-stop. Mi chiede quanti anni ho, sono stato sposato, quanti figli ho avuto? E scioccato dalle mie risposte! Nella sua comunità dovrei avere forse 5 figli viventi, sposarmi forse un paio di volte, avere contratto l'HIV ed essere morto ormai. Un altro momento forte / di uguaglianza della realtà attuale che colpisce casa. Non insolito, ma in quel momento quella prospettiva ha davvero colpito. C'era un solo io, niente bambini, che vivevo a Londra, viaggiando per il mondo attraverso il lavoro e il gioco.

E anche il mondo naturale può offrire una prospettiva immensa. Iniziare a lavorare nel turismo, come ho fatto con Ski, è stato perché amo la montagna. Non è solo l'aria fresca o il brivido di adrenalina che naviga sulla neve fresca, ma non c'è niente come enormi montagne per farci capire quanto siamo piccoli e insignificanti. O la forza di valanghe (o mari, o fiumi o tempo ...) che uccidono gli amici e ci ricordano quanto siamo impotenti di fronte a Madre Natura che regna sovrana. Ho sorvolato The Remarkables (Nuova Zelanda) nell'ultimo elicottero non cancellato quando è scoppiata una tempesta. Mio Dio, quella era la prospettiva di vita.

Trascorrere del tempo in armonia con la natura ci insegna a prenderci cura di ciò che ci circonda e di noi stessi come parte di quell'ambiente. Che siamo solo una piccola parte di un enorme ecosistema connesso, attentamente bilanciato in cui le nostre azioni creano reazioni. Ci insegna la prospettiva della sostenibilità. Ci insegna la prospettiva necessaria per provare a fare la differenza.

Come detto questa settimana da Ken Burns nel suo discorso a Stanford, "Visitate i nostri Parchi Nazionali, la loro maestosa maestà potrebbe ricordarvi la vostra insignificanza atomica, come ha osservato un osservatore. Ma nei modi imperscrutabili della natura, ti sentirai più grande, ispirato, proprio come l'egotista in mezzo a noi è diminuito dalla sua autostima. Insistere sugli eroi. E sii uno ”.

5 Gratitudine

Sono abbastanza fortunato da aver potuto sperimentare molti posti meravigliosi che il viaggio mi ha portato, tra cui la realtà attuale, l'uguaglianza, la disuguaglianza e la prospettiva. Sono fortunato a essere nato in un paese occidentale e benestante, che mi ha concesso il tempo, l'opportunità e il passaporto britannico per intraprendere tali viaggi. Sono grato di essere la persona che sono, di aver fatto quelle scelte di vita per cogliere le opportunità, che non sono venute senza sacrifici consapevoli, ma significavano il mondo. Sono estremamente grato non solo di portare via quei ricordi, ma di continuare a portare quelle cose dentro di me, di informarmi e guidarmi in avanti.

Ma per tutte quelle lezioni sul momento presente, uguaglianza e disuguaglianza, è ancora tutto dal punto di vista del turista. Per lo più, dovremmo essere grati per coloro che ci ospitano, per le persone e i luoghi, la cui prospettiva ispira e che ci consentono di sperimentare il mondo in tutta la sua meravigliosa vitalità.