Oltre Chichen Itza - La guida del viaggiatore responsabile allo Yucatán

Dì

Per millenni, la penisola dello Yucatán nel sud-est del Messico ha ospitato i Maya, popolazioni indigene la cui magnifica civiltà prosperò secoli prima dell'arrivo degli spagnoli.

Cancún, il punto centrale di quella che conosciamo come la Riviera Maya, è la principale attrazione turistica. Ma l'interno della penisola offre numerose opportunità di approfondire e sperimentare la vita vibrante - antica e moderna - dei Maya, che vivono ancora nello Yucatán, parlano la lingua dei loro antenati e mantengono molti dei vecchi modi.

La chiave per assicurarsi che la tua visita sia più vantaggiosa per la regione è quella di uscire dal tuo hotel ed esplorare tutto lo Yucatán ha da offrire.

Paradossalmente, con il crescente numero di esperti viaggiatori esperti che cercano modi rispettosi di sperimentare altre culture, gli stili di vita tradizionali Maya possono avere maggiori possibilità di sopravvivere.

Sia che la tua base sia Riviera Maya o Mérida, la capitale dello Yucatán (consulta la nostra guida Mindful Mérida - in arrivo), la chiave per assicurarsi che la tua visita sia più vantaggiosa per la regione è quella di uscire dal tuo hotel ed esplorare tutto - o almeno alcuni - di ciò che lo Yucatán ha da offrire.

I cenotes sono sacri nella cultura Maya - è dove i Maya farebbero offerte agli dei.

E l'offerta è piuttosto sorprendente.

La penisola dello Yucatán è una delle regioni più ricche di cultura e biologia del mondo. Una vasta gamma di flora e fauna si trova nelle riserve della biosfera, nei laghi, nei cenotes e nelle barriere coralline, mentre la cultura mesoamericana del Messico è presente nei numerosi siti archeologici che rivelano misteri della civiltà Maya.

L'interno della penisola offre numerose opportunità per approfondire e sperimentare la vita vibrante - antica e moderna - dei Maya.

Le vivaci città coloniali sono disseminate in tutta la penisola, quindi se stai cercando ecoturismo, cultura o un'avventura elettrizzante, non c'è posto come lo Yucatán.

Trova pittoreschi villaggi di pescatori, piccoli hotel rustici e ristoranti locali a conduzione familiare sulla spiaggia. Goditi le acque cristalline dei Caraibi e apprezza la Grande Scogliera Maya protetta. Entra nel cuore della cultura Maya e lasciati trasportare dalle tradizioni ancestrali che diverse comunità della zona hanno preservato.

Entra nel cuore della cultura Maya e lasciati trasportare dalle tradizioni ancestrali.

In altre parole, non fare solo una gita di un giorno a Chichen Itza ...

Probabilmente hai già sentito parlare di questa antica città dei Maya, soprattutto da quando è entrata a far parte della lista delle Nuove Meraviglie del Mondo nel 2007. Era sempre stata molto popolare - è anche un sito del patrimonio mondiale - ma dopo il 2007 la quantità di visitatori ha almeno raddoppiato. La sua popolarità è ben guadagnata, senza dubbio, ma di conseguenza migliaia di autobus turistici arrivano alle sue porte con milioni di visitatori ogni anno.

Se è un must assoluto durante il tuo viaggio (tutti amano un sito UNESCO, diamine, sono persino andato da solo ... è difficile discuterne, anche se si scopre che potremmo amarli a morte); prova ad essere lì non appena aprono o prenotano un tour all'alba. Suggerimento: evitare i giorni di arrivo della nave da crociera.

Hacienda Chichen è un santuario della vita che sembra avere un hotel dentro.

Meglio ancora, entra davanti alla folla attraverso un ingresso segreto soggiornando presso lo storico eco hotel Hacienda Chichen (costruito con pietre antiche). Esatto, come loro ospite puoi accedere alle piramidi di Chichen Itza attraverso un cancello del giardino privato! È un posto a conduzione familiare che impiega persone Maya locali e rappresenta tutte le loro tradizioni, come la cucina e l'artigianato Maya (biologico). Offrono anche tour responsabili, fanno parte di Pack for a Purpose, conservano l'acqua, si prendono cura della fauna selvatica, riciclano ... Lo chiami, lo fanno. Come dice la proprietaria Belisa, "Hacienda Chichen è un santuario della vita che sembra avere un hotel dentro".

Esplora i siti archeologici meno noti della zona: TUTTE le piramidi Maya sono

Tuttavia, se desideri saltare Chichen Itza del tutto e ammirare la grandiosità degli antichi Maya in più pace e tranquillità, vai in uno degli altri siti archeologici sottovalutati della zona. Sono davvero tutte "meraviglie del mondo".

A partire da tre siti archeologici alternativi, ecco le nostre migliori scelte nello Yucatán per rinunciare alla folla e garantire che i nostri dollari per il turismo siano distribuiti più uniformemente in tutta la penisola:

Ek 'Balam

Uno dei centri cerimoniali più impressionanti della penisola, Ek Balam è la zona archeologica più recente della regione aperta al pubblico. Immagina i rituali che si sono svolti nel gioco della palla (Pok Ta Pok), ammira la torre e la bocca del giaguaro recentemente restaurata sulla parte anteriore del tempio principale.

Con il suo maestoso palazzo e il suo parco, Ek Balam sembra letteralmente intatto dal tempo. Le sculture incredibilmente ben conservate scoperte a Ek Balam sono entusiasmanti sia per i nuovi arrivati ​​che per i visitatori abituali. E, dal momento che sembra fuori mano per la maggior parte dei turisti, probabilmente avrai il posto quasi tutto per te, salvo innumerevoli iguane.

Probabilmente avrai il posto quasi tutto per te, salvo innumerevoli iguane.

Fai una sosta al piccolo pueblo di Temozón, sede della migliore carne affumicata della zona. Luoghi come El Negrito Ahumado o Carnes Concepción servono chorizo ​​dello Yucatan e altre prelibatezze affumicate.

Prendi in considerazione la possibilità di soggiornare nel vicino ma piccolo e genuino Eco Hotel Genesis, che attira i viaggiatori interessati ad un assaggio di cultura locale, archeologia, flora, fauna, natura e architettura. Organizzeranno persino attività uniche nel loro genere basate sulla comunità, come un invito nelle case Maya, non come osservatore passivo, ma come partecipante. Macinerai il grano su un antico metate e farai tortillas con il loro vicino, Guadalupe. Imparerai a conoscere ricami di abiti tradizionali, intrecci di amache e cosa i Maya possono insegnarci a vivere più semplicemente.

Uxmal e Ruta Puuc

Tutto su di me Maya. Salta Chichen Itza e ammira la grandiosità delle piramidi in più pace e tranquillità.

Questa imponente città Maya si trova a circa 1,5 ore a sud di Mérida, lungo la Puuc Route del mondo Maya. Uxmal è il più grande e meglio conservato dei siti di Puuc. È noto per le sue piramidi dal bordo arrotondato, tipiche dello stile Puuc; templi con facciate estremamente dettagliate; e costanti evocazioni di Chaac, il dio della pioggia. È considerata una delle città più potenti dell'antico mondo Maya.

Mentre Uxmal è una popolare destinazione per i visitatori, è molto più tranquilla di Chichen Itza e ci sono ancora alcune piramidi che consentono una salita un po 'ripida ma molto gratificante. Il sito stesso è circondato da una fitta foresta e l'intera esperienza ti fa davvero sentire come se fossi stato riportato indietro nel tempo a quando erano ancora in corso elaborate cerimonie Maya.

Uxmal ti fa sentire come se fossi stato riportato indietro nel tempo a quando le cerimonie Maya erano ancora in corso.

La cosiddetta Ruta Puuc è un'affascinante gita di un giorno in auto. Lungo il percorso troverai altri siti archeologici (Kabah, Sayil, Labna), le grotte di Loltún, storiche haciendas (Yaxcopoil, Ochil, Temozon), numerosi cenotes (doline naturali) e affascinanti villaggi e città Maya come Ticul o Oxkutzcab, vale la pena fermarsi.

Fatti un favore e prendi il pranzo a El Principe Tutul Xiu a Ticul e banchetti con autentici classici yucatecani fatti in casa (ti consigliamo sopa de lima seguita da papadzules, relleno negro o poc chuc e una lunga siesta ...).

Dzibilchaltún

Questo sito archeologico impossibile da pronunciare si trova a soli 10 miglia a nord di Mérida, quindi non ci sono scuse per coloro che soggiornano nella capitale;) Il sito è relativamente piccolo, ma lo compensa nella storia. Fu continuamente occupato per circa 3000 anni fino all'arrivo degli spagnoli, ed è nota per essere la città più funzionante del mondo Maya. Un tempo era un porto ricco che aveva una popolazione di picco di circa 20.000, anche se è diminuito con l'ascesa di Chichen Itza.

Nuota tra le ninfee nei cenotes di Dzibilchaltún.

La struttura più famosa qui è il Tempio delle sette bambole (Templo de las Siete Muñecas), così chiamato per via di sette piccole bambole o figurine trovate all'interno. Visita gli equinozi di primavera e autunno per vedere il fenomeno che segna l'inizio delle stagioni di semina e raccolta: le super-menti Maya progettarono le porte per catturare la luce del sole nascente in quei giorni.

I reperti più importanti sono ospitati in un piccolo ma ben curato museo in loco. Ci sono anche cenotes in cui sei il benvenuto a nuotare. Soprattutto, in una buona giornata Dzibilchaltún è praticamente privo di turisti.

Visita il Templo de las Siete Muñecas sugli equinozi di primavera e autunno per vedere il fenomeno della luce.

Progreso

Come aggiunta a Dzibilchaltún, perché non visitare la città costiera di Progreso. È il lungomare della gente del posto di Mérida e un gradito rifugio dal caldo della città. Progreso vanta uno dei moli più lunghi del pianeta - a quattro miglia è così lungo che ha una propria strada. Il molo si trova proprio accanto a Malecon Beach, che offre sabbie incontaminate e una fresca brezza oceanica.

Raccogli gioielli tradizionali o coperte tessute a mano dagli artigiani locali. O semplicemente prendi una cerveza e una ceviche fresca da uno dei tanti bar sulla spiaggia e immergiti nelle vibrazioni. Per più ispirazione e consigli pratici dai un'occhiata a questo post di Feather and the Wind.

Prendi una cerveza e una ceviche fresca da una delle tante barre del molo Progreso e immergiti nelle vibrazioni.

Celestún

Un'altra fuga indimenticabile da Mérida è la Riserva della Biosfera di Celestun, che è un rifugio per colonie colorate di fenicotteri che dipingono il cielo di rosa, soprattutto al crepuscolo e all'alba. Fai un giro in barca e spera in un volo spettacolare di migliaia di uccelli che vivono nelle acque calme delle mangrovie.

Sentirai anche i contrasti causati dall'acqua dolce dell'estuario che si mescola con l'acqua che scorre dai fiumi sotterranei sotto la penisola (da cui i cenotes) e le correnti di acqua salata del Golfo del Messico. Aquile, picchi, colibrì, aironi e pellicani vivono tutti lì, rendendolo un paradiso per gli amanti degli uccelli.

Non andartene senza provare i gamberetti al cocco e al mango in uno dei ristoranti palapa sulla spiaggia.

Non tornare direttamente al tuo hotel - termina la giornata in uno dei palapas con il tetto di paglia sulla spiaggia nel tranquillo villaggio di pescatori di Celestún. Sostieni i pescatori locali assaggiando i migliori pesci e frutti di mare freschi della regione (tra cui una deliziosa specialità del vicino stato di Campeche - camarones al coco - gamberetti al cocco!).

Valladolid

Mentre siamo alle specialità culinarie locali, trova un ristorante accogliente e goditi il ​​tradizionale lomito en escabeche a Valladolid, facilmente raggiungibile da Cancún e da Mérida. Questa affascinante città, costruita sul centro cerimoniale Maya di Zací, è una delle città più antiche e affascinanti della penisola e una delle Pueblos Mágicos del Messico.

Fai una passeggiata nel Central Park Francisco Cantón Rosado con le sue maestose chiese costruite sulle pietre dell'antica città. Visita il Convento di San Bernardino de Siena per una breve lezione di storia. Passeggia per le strade acciottolate o dirigiti al mercato di Donato Bates Herrera e fai uno spuntino su tamales, kibis, tacos de lomito e termina con atole dulce.

Kibis, variazione dello Yucatan sul falafel mediorientale, è arrivato nella penisola con immigrati libanesi.

Valladolid è anche un'ottima base per esplorare i cenotes (non limitarti a fare una gita di un giorno, perché non rimanere una notte o due). Ospita persino un cenote situato all'interno della città stessa. Dai un'occhiata ai consigli di Raphael Alexander per i cenotes intorno alla guida cenote completa di Valladolid e Anna Everywhere.

Río Lagartos

Mentre Celestún potrebbe essere un po 'troppo lontano da visitare dalla Riviera Maya, la Riserva della biosfera di Río Lagartos con i suoi imponenti stormi di fenicotteri si trova a 3 ore di auto da Mérida e Cancún e offre una vera sbirciatina nella vita reale al di fuori del popolare destinazioni turistiche.

Un naturalista, guida per il birdwatching e la pesca e uno dei pionieri dell'ecoturismo nello Yucatan - Diego Nuñez e la sua cooperativa - è una scelta sicura per tutte le tue avventure ecologiche come una gita in barca a Las Coloradas, i tour notturni dei coccodrilli e tutto ciò che riguarda il birdwatching.

Fai un giro in barca attraverso le mangrovie per un'esperienza di avvistamento della fauna selvatica indimenticabile.

Non perderti il ​​vicino San Felipe, un colorato villaggio di pescatori con affascinanti case di legno, un tempo sede di scambi commerciali tra gli antichi Maya. Assapora il pescato del giorno in uno dei ristoranti locali (ad es. Vaselina), visita la piccola isola murata di Cerritos, concediti i bagni di fango Maya o semplicemente unisciti alla gente del posto mentre si radunano sul Malecón per godersi una calda serata

La compagnia turistica comunitaria Totonal Viajes offre un itinerario simile, oltre a un bellissimo viaggio in auto di 2 settimane "Incontro reale con la cultura Maya", che include un'interazione con una cooperativa Maya, un laboratorio di incisione di jícara, l'ascolto di racconti Maya e una visita a un centro di ecoturismo dove scoprirai le interessanti api Maya, meglio conosciute come meliponas. In questo viaggio non troverai resort all-inclusive con spettacoli serali folksy.

Río Lagartos e San Felipe offrono una sbirciatina nella vita reale al di fuori delle famose destinazioni turistiche.

Izamal

Un altro Pueblo Mágico, Izamal, è il punto in cui si mescolano tre culture: l'antica Maya, il coloniale e il presente. Non guardare oltre il convento francescano costruito su una piramide Maya per la prova. L'affascinante e tranquilla città piena di strade acciottolate e romantici lampioni di ferro è interamente dipinta di giallo ... tutti gli edifici coloniali, il mercato, il convento, tutto!

Pianifica di essere a Izamal nel pomeriggio per apprezzare la città gialla che diventa d'oro nel sole al tramonto.

Prova a resistere alle gite in carrozza trainata da cavalli. Invece, assicurati di visitare le case in cui gli artigiani locali lavorano la loro magia creando artigianato unico. C'è un percorso artigianale che puoi seguire per vedere le officine in cui sono intrecciate amache, fabbricate libellule in cartapesta e scolpiti giaguari in legno. Altri souvenir memorabili includono gioielli realizzati con i semi di cocco e le punte della pianta di henequen. Fermati al negozio Hecho a Mano sulla piazza principale e al Centro Cultural y Artesanal.

Per goderti davvero Izamal, organizza di essere lì nel pomeriggio per apprezzare la città gialla che diventa d'oro nel sole al tramonto. Resta dopo il tramonto per il magico spettacolo di luci e suoni - "Izamal, Ciudad Luz". Ti darà un'idea della cultura dei Maya che vivono a Izamal e nei dintorni.

Giovanni Paolo II espresse il suo sostegno alla cultura e all'identità Maya durante la sua visita a Izamal nel 1993.

Yucatecan Food

La penisola dello Yucatán si è evoluta in isolamento dal resto del Messico fino agli ultimi decenni e la sua cucina è una curiosa miscela di sapori e tecniche autoctone, europee, caraibiche e mediorientali. Guarda oltre tacos e burritos. Cerca ristoranti a conduzione familiare e bar lungo la strada frequentati dalla gente del posto e scoprirai il paradiso culinario Maya.

Guarda oltre tacos e burritos e scoprirai il paradiso culinario Maya.

Alcuni dei gusti più riconoscibili sono achiote, arance acide, succo di lime e cipolle sottaceto. La maggior parte delle ricette è a base di carne (tacchino, pavo, è comune), ma i viaggiatori vegetariani troveranno anche molte autentiche opzioni locali - consulta la guida di Ameeta.

Saluti e panuchos abbondano nelle case e nei bar dello Yucatecan, a partire dalla colazione.

Per conoscere davvero la meravigliosa cultura Maya attraverso il suo cibo, fai attenzione a questi piatti straordinari: Cochinita Pibil, Papadzules, Panuchos, Salbutes, Sopa da Lima, Kibis, Poc Chuc, Queso Relleno, Huevos Motuleños, Relleno Negro, Brazo de Reina ; e ultimo ma non meno importante - la regina del cibo di strada - La Marquesita.

La cucina Maya merita davvero un posto a parte. Scopri cosa dicono i viaggiatori buongustai Tommo e Megsy e Faith e Alan sulla loro esperienza culinaria nello Yucatán.

I ristoranti lungo la strada offrono i sapori più autentici e la possibilità di chattare con gente del posto amichevole.

Uno dei grandi vantaggi del viaggio è l'opportunità di comprendere noi stessi e le nostre culture attraverso gli altri. I viaggi promuovono la tolleranza e ci costringono a rinunciare alla nostra miopia culturale e alle "storie singole".

Nel caso dei Maya, esiste un'innegabile relazione simbiotica tra patrimonio culturale, turismo e identità nazionale. Viaggiare nello Yucatan senza aspettative culturali - spesso porta a innamorarsi di attrazioni "popolari" inventate.

A volte la più grande saggezza è nella semplicità.

Invece, pratica un turismo culturalmente rispettoso che ti permetta di interagire direttamente con le belle persone Maya, il loro cibo, la storia, l'artigianato, la musica e le tradizioni; e che fornisce una spinta economica sostenibile e uniformemente diffusa senza i devastanti impatti culturali e ambientali e la fuga del Grande Turismo.

Vai oltre le comodità dei resort all-inclusive di Cancún, l '"eco-chic" di Tulum e i lussi delle haciendas di Mérida. Come disse una volta l'anziano Maya Don Carlos Barrios, "a volte la più grande saggezza è nella semplicità".

Fotografia: Gabriela Sijer