5 consigli per risparmiare denaro quando studi all'estero in Europa

Ogni anno, centinaia di migliaia di studenti universitari statunitensi lasciano i loro campus, di solito per un intero semestre in autunno o in primavera, per continuare gli studi all'estero. L'esperienza è comunemente considerata un'opportunità irripetibile, in cui gli studenti universitari si immergono in culture vibranti, scoprono nuove passioni, espandono la loro rete di amici e, naturalmente, viaggiano in tonnellate di posti meravigliosi che non sono mai stati a prima.

Scegliere di studiare all'estero è incredibilmente eccitante e travolgente: gli studenti trascorrono in genere 6-12 mesi a cercare destinazioni, fare domanda per scuole o programmi, rinnovare i loro passaporti e così via. È facile rimanere così coinvolti nella fase di pianificazione che gli studenti trascurano spesso il fattore più importante: studiare all'estero può essere molto costoso.

Potresti aver sentito voci di tasse scolastiche molto più economiche nelle scuole in Europa rispetto a quelle negli Stati Uniti; sfortunatamente per te, la maggior parte delle università non scontano il costo dei loro programmi d'oltremare dal loro tasso di insegnamento standard, che secondo i dati raccolti dal College Board è stato in media di $ 34.740 per l'anno scolastico 2017/2018. I programmi esterni a volte sono leggermente più economici, ma dopo aver aggiunto i costi di trasporto, cibo, attrazioni e le tue attività durante il fine settimana selvaggio, probabilmente rimarrai con un conto bancario vuoto quando torni a casa, indipendentemente dal programma scelto.

Mettendo da parte le spese necessarie (tasse scolastiche, biglietti aerei, alloggi abitativi), come dovresti trarre il massimo dalla tua esperienza senza rompere totalmente la banca? Ecco cinque suggerimenti per aiutarti a risparmiare denaro e tempo mentre ti avventuri nella tua grande avventura.

1. Evita i frequenti viaggi verso gli sportelli automatici (e cerca di non usare gli sportelli automatici che sembrano poco chiari).

  • A differenza degli Stati Uniti, il contante è ancora il re in molti paesi europei e il prelievo frequente di denaro da un bancomat può essere molto costoso nel lungo periodo. La maggior parte degli sportelli automatici in posizioni privilegiate hanno commissioni costose; è più efficiente prelevare una grande somma di denaro che ti durerà per tutto il mese rispetto al prelievo su base settimanale. Assicurati solo di portare una piccola scatola di sicurezza per proteggere i tuoi soldi e altri beni preziosi.
  • La tua banca americana potrebbe anche avere collaborazioni con banche internazionali, nel qual caso non ti verranno addebitate varie commissioni internazionali. Contatta la tua banca prima che il tuo programma inizi a scoprire informazioni e ottenere qualche soldo in anticipo se ti danno una buona tariffa.

2. Impostare budget di spesa settimanali e mensili.

  • Dopo aver calcolato grandi spese come i biglietti aerei (che secondo Forbes, dovrebbero essere acquistati con circa due mesi di anticipo per ottenere le migliori offerte), allocare budget settimanali e mensili per tenere traccia delle spese. Imposta limiti specifici per cibo e generi alimentari, trasporti e souvenir occasionali: attenersi a un budget coerente contribuirà a garantire che le cose non sfuggano di mano.
  • Ci sono innumerevoli modi per divertirti senza dover spendere molto. Comprare una bottiglia di vino per pochi euro e recarsi in un parco locale con gli amici è un ottimo modo per trascorrere un pomeriggio, soprattutto dopo una costosa gita di paracadutismo a Interlaken il fine settimana precedente.

3. Essere consapevoli dei tassi di cambio e delle commissioni di transazione.

  • I tassi di cambio oscillano costantemente, a causa del fatto che le valute non smettono mai di essere scambiate. Fai una piccola ricerca prima di andare all'estero per avere un'idea dei tassi di conversione. Non esiste uno scambio uniforme: quel gustoso tiramisù a € 7 sarebbe vicino ai $ 10 negli Stati Uniti! Ecco un buon strumento di conversione che viene aggiornato 24/7.
  • Le commissioni di transazione estera quando si utilizzano carte di credito o di debito in genere vanno dall'1 al 3% dell'importo totale dell'acquisto e, in alcuni casi, possono essere persino maggiori. È una buona idea contattare sia la tua banca sia il fornitore della carta di credito per avere un'idea di quanto extra pagherai per vari acquisti.

4. Diventa un esperto del sistema di transito della tua città.

  • Per un paio di euro, puoi arrivare praticamente ovunque nelle grandi città tramite il sistema della metropolitana. Taxi e Uber sono molto più costosi e spesso impiegano più tempo a causa del traffico (e di quelle strette strade europee!). Dovresti anche essere a conoscenza delle ore di funzionamento del sistema di transito: potresti ritrovarti bloccato in una stazione vuota dopo una notte fuori a tarda notte.
  • Il modo migliore per imparare i dettagli del trasporto pubblico è in realtà fare qualche giro. Google Maps e altre app come Citymapper possono aiutarti a calcolare i percorsi più veloci in tempo reale, con aggiornamenti su quando arrivano treni e autobus.
  • Molte città e programmi scolastici offrono abbonamenti o bus scontati per il trasporto. Assicurati di portare il tuo ID studente!
  • Le biciclette sono anche un'ottima opzione, soprattutto in città come Copenaghen, Amsterdam e Siviglia. Arriverete rapidamente a destinazione mentre bruciate le calorie dal cornetto che avete mangiato a colazione.

5. Prendere in considerazione l'apertura di un conto presso una banca adatta ai viaggi.

  • Se trascorri un lungo periodo di tempo in Europa e viaggi spesso, ci sono alcune ottime opzioni bancarie per adattarsi al tuo stile di vita. Un conto nero N26, ad esempio, ti consente di prelevare denaro gratuitamente mentre sei all'estero, copre eventuali commissioni sui tassi di cambio che potresti incontrare e include anche un'assicurazione di viaggio completa. N26 arriverà presto negli Stati Uniti. Se sei interessato a saperne di più, puoi registrarti su n26.com per notizie e accesso anticipato.